• Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-01
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-02
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-03
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-04
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-05
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-06
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-07
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-08

MOTO MORINI MILANO

Il cuore è semplice, puro: la Moto Morini Milano nasce per dimostrarsi spensierata e affascinante, pronta a far innamorare chi desidera una motocicletta disimpegnata e attraente, nel contempo divertente e precisa. Moto Morini Milano nasce per godere del semplice piacere di andare in moto e di lasciarsi alle spalle ogni pensiero. È una moto che affascina ogni sguardo, e che è capace di far innamorare per la facilità con cui diverte chi la guida, non importa se in modo sportivo o disimpegnato.

Attraverso il suo carattere fatto di stile, versatilità e dinamicità, lancia oggi una nuova tendenza, proprio come la città di cui porta il nome e che l’ha ispirata: Milano.

Con le sue linee semplici, pure ed evocative ha fatto sognare di nuovo la libertà; uno stile ricco di quel fascino sottile che solo un prodotto interamente assemblato a mano in Italia può vantare.

La forma è nata dalla materia per offrire il più puro e spensierato piacere di guida, esaltando le doti del telaio a traliccio e del motore Bialbero Corsacorta, un gioiello di meccanica realizzato da quello stesso Franco Lambertini che fu il padre della leggendaria 3 1⁄2.

E proprio come della 3 1⁄2, considerata un oggetto prezioso ma non irraggiungibile, desiderata da molti e ancora oggi amata dai suoi proprietari e ricercata dai collezionisti, anche della Milano è facile innamorarsi. Dotata di uno spirito disimpegnato e sincero, l’abbiamo resa una moto leggera ma stabile, dalla sella bassa e accogliente, con un’innata propensione a divertire tra le curve: con lei si viaggia senza stress, rendendo l’esperienza di guida indimenticabile, unica e appagante.

STILE CLASSICO


La ciclistica della nuova Moto Morini Milano si basa sul già noto traliccio in acciaio ma modificato per offrire un elevato livello di guidabilità, anche per i motociclisti meno esperti. A traliccio anche il nuovo forcellone che lascia ampia visibilità sulla ruota posteriore in alluminio forgiato.

DISPLAY MODERNO


Nella mente scorrono le immagini della mitica 3 ½ ma la Milano comunica con il pilota grazie a un modernissimo display TFT da 5 pollici, completamente personalizzabile , che consente di decidere quali informazioni visualizzare in evidenza.

PIACERE DI GUIDA


Il piacere di guida della Milano è affidato anche alla bontà delle sue sospensioni. Forcella upside-down da 46 mm regolabile in ogni parametro (precarico molla, compressione e ritorno) e monoammortizzatore regolabile nel precarico, estensione, interasse. Gli steli della forcella posso essere rivestiti con trattamento opzionale DLC (Diamond Like carbon) che ne aumenta la scorrevolezza e durezza. I cerchi a razze da 17” sono forgiati in lega di alluminio e calzano pneumatici Pirelli Angel GT. Ecco che lo sguardo poi ripercorre la moto nella sua lunghezza e rimane incantato davanti all’impianto di scarico in alluminio con doppio terminale sovrapposto

MOTORE

L’ANIMA A DUE CILINDRI

SULLA CARTA È IL BIALBERO 1200 CORSACORTA. SU STRADA È IL BICILINDRICO CHE FA INNAMORARE

IL BIALBERO 1200 CORSACORTA

La nostra anima vive qui, fra i due cilindri del Bialbero 1200 CorsaCorta, posizionati in una “V” di 87°. Il motore, progettato da Franco Lambertini, fa rivivere il passato più glorioso di Moto Morini, sia nel nome che richiama quella 250 Bialbero che alla fine degli anni Cinquanta era la monocilindrica più veloce del mondo, sia nell’architettura che riprende altri modelli storici Morini, anch’essi spinti da propulsori firmati Lambertini.

1.187 centimetri cubici, quattro valvole, raffreddamento a liquido, cilindri in blocco con il basamento, distribuzione bialbero, teste in lega di alluminio con il 10% di silicio: il Bialbero 1200 CorsaCorta abbina alcuni tratti tipici dei motori italiani ad idee innovative. Come la soluzione mista scelta per la distribuzione, con gli alberi a camme comandati da due catene in opposizione mosse da un albero comune intermedio che attraversa la V dei cilindri. L’angolo fra i cilindri offre al CorsaCorta un perfetto bilanciamento, tale da non richiedere l’utilizzo di contralberi, a tutto vantaggio della diminuzione delle inerze, facilitando il raggiungimento di alti regimi di rotazione. Inoltre, l’alesaggio record di 107 mm consente di adottare valvole sufficientemente grandi per dare sfogo al bicilindrico fino agli alti regimi. Alla guida, infatti, il Bialbero 1200 CorsaCorta dimostra un’erogazione corposa e costante fino al limitatore, diversamente da ogni altro bicilindrico che soffre ai giri più alti. Il suo carattere è unico e la potenza che eroga è quella giusta per godersi ogni percorso, mentre si va di curva in curva per mettere al lavoro l’eccellente ciclistica.

Il Bialbero 1200 CorsaCorta nasce per dare piacere alla guida e non è attraverso i numeri di una scheda tecnica che si impara a conoscerlo: bisogna salire in sella e dargli vita.

LA STRADA VERSO IL PIACERE DI GUIDA
OGNI SCELTA TECNICA SUL NOSTRO MOTORE SERVE AL MEDESIMO SCOPO: FAR DIVERTIRE, SENZA ALCUNA FATICA.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

BACK TO TOP

MOTO MORINI s.r.l. con socio unico - Via Giovanni Beri, 24. 27020 Trivolzio (PV) Italia - Cap. Soc. € 20.000,00 i.v. - R.E.A. PV-282365 - C.F. / P. I. 07500980961