• Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-01
  • Moto-Morini-CorsaroZZ-slide-02

SEMPRE CORSARO MA TUTTA NUOVA

Se lo stile è rimasto fedele a se stesso, la sostanza è cambiata completamente. Tutto per regalare a chi guida la Corsaro ZZ un’esperienza di guida entusiasmante, veloce e sportiva ma anche precisa e sicura. Tutto è nelle mani del pilota, a partire dalla scelta di disattivare l’ABS con un pulsante.

FORMA CLASSICA,
TECNICA MODERNA


Si può cambiare senza tradire le proprie origini. Come ha fatto la Corsaro ZZ che nasconde nel cupolino in carbonio una nuova strumentazione completamente personalizzabile

STESSO CARATTERE, NUOVO IL RESTO

Il centro di tutto è il Bialbero 1200 CorsaCorta ma attorno al celebre bicilindrico ci sono l’ABS a due vie disinseribile, il cambio elettronico, la nuova gestione motore. Del tutto rinnovata anche la ciclistica, dalle nuove quote del telaio a traliccio fino alle sospensioni completamente regolabili. L’impianto frenante utilizza all’anteriore pinze radiali monoblocco a quattro pistoncini con un doppio disco flottante da 320 mm mentre, per coniugare prestazioni e durata, i cerchi in lega di alluminio forgiato adottano di serie pneumatici Pirelli bimescola.

FULL LED


Il nuovo faro anteriore ricalca l’immagine che la Corsaro ha sempre dato di sé ma ora utilizza due proiettori a LED con la doppia funzione abbagliante/anabbagliante. Tecnologia LED anche per luce di posizione, faro posteriore, indicatori di direzione.

SOSPENSIONI SPORTIVE


Progettate secondo le specifiche volute da Moto Morini per la Corsaro ZZ, le nuove sospensioni sono firmate Mupo. La forcella con piedini ricavati dal pieno è regolabile in compressione, estensione e precarico che consente ben 135 mm di corsa, utili a coniugare la stabilità alle alte velocità con il comfort nella guida disimpegnata. Anche il monoammortizzatore può essere governato a piacere in compressione, estensione, lunghezza, precarico con controllo idraulico remoto.

FRENATA ECCELLENTE


L’impianto frenante con ABS disinseribile può contare all’anteriore su pinze radiali monoblocco a quattro pistoncini, doppio disco flottante da 320 mm ed una pompa semi-radiale 16/19, tutto firmato Brembo; al posteriore, pinza a due pistoncini con disco da 220 mm dal disegno specifico. Fondamentali per dare il massimo grip anche in frenata, gli pneumatici bimescola Pirelli Diablo Rosso III.

  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-01
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-03
  • to-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-02
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-04
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-05
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-06
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-07
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-08
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-09
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-10
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-11
  • Moto-Morini-CorzaroZZ-slide-footer-12

MOTORE

L’ANIMA A DUE CILINDRI

SULLA CARTA È IL BIALBERO 1200 CORSACORTA. SU STRADA È IL BICILINDRICO CHE FA INNAMORARE

IL BIALBERO 1200 CORSACORTA

La nostra anima vive qui, fra i due cilindri del Bialbero 1200 CorsaCorta, posizionati in una “V” di 87°. Il motore, progettato da Franco Lambertini, fa rivivere il passato più glorioso di Moto Morini, sia nel nome che richiama quella 250 Bialbero che alla fine degli anni Cinquanta era la monocilindrica più veloce del mondo, sia nell’architettura che riprende altri modelli storici Morini, anch’essi spinti da propulsori firmati Lambertini.

1.187 centimetri cubici, quattro valvole, raffreddamento a liquido, cilindri in blocco con il basamento, distribuzione bialbero, teste in lega di alluminio con il 10% di silicio: il Bialbero 1200 CorsaCorta abbina alcuni tratti tipici dei motori italiani ad idee innovative. Come la soluzione mista scelta per la distribuzione, con gli alberi a camme comandati da due catene in opposizione mosse da un albero comune intermedio che attraversa la V dei cilindri. L’angolo fra i cilindri offre al CorsaCorta un perfetto bilanciamento, tale da non richiedere l’utilizzo di contralberi, a tutto vantaggio della diminuzione delle inerze, facilitando il raggiungimento di alti regimi di rotazione. Inoltre, l’alesaggio record di 107 mm consente di adottare valvole sufficientemente grandi per dare sfogo al bicilindrico fino agli alti regimi. Alla guida, infatti, il Bialbero 1200 CorsaCorta dimostra un’erogazione corposa e costante fino al limitatore, diversamente da ogni altro bicilindrico che soffre ai giri più alti. Il suo carattere è unico e la potenza che eroga è quella giusta per godersi ogni percorso, mentre si va di curva in curva per mettere al lavoro l’eccellente ciclistica.

Il Bialbero 1200 CorsaCorta nasce per dare piacere alla guida e non è attraverso i numeri di una scheda tecnica che si impara a conoscerlo: bisogna salire in sella e dargli vita.

LA STRADA VERSO IL PIACERE DI GUIDA
OGNI SCELTA TECNICA SUL NOSTRO MOTORE SERVE AL MEDESIMO SCOPO: FAR DIVERTIRE, SENZA ALCUNA FATICA.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

BACK TO TOP

MOTO MORINI s.r.l. con socio unico - Via Giovanni Beri, 24. 27020 Trivolzio (PV) Italia - Cap. Soc. € 20.000,00 i.v. - R.E.A. PV-282365 - C.F. / P. I. 07500980961